This site uses cookies to provide you with a more responsive and personalised service. By using this site you agree to our use of cookies. Please read our PRIVACY POLICY for more information on the cookies we use and how to delete or block them.
COVID-19 :

Sintesi Agevolazione Straordinaria per sviluppo all'Estero di PMI Italiane

25 03 2020

Il Ministero dello Sviluppo Economico insieme con il Ministero degli Esteri stanno mettendo a punto una "facilitazione"/finanziamento per le aziende italiane specificatamente dedicate alla Internazionalizzazione: 50% a FONDO PERDUTO e l'altro 50% a tasso agevolato al 0.069% tramite il rifinanziamento, per almeno 400 milioni di euro, del Fondo rotativo 394/81.

Tale finanziamento deve essere elargito da SIMEST (Gruppo CDP) e prevede molti aspetti per la internazionalizzazione sia di carattere commerciale che industriale. È in fase di discussione e quindi potrà essere modificato, ma l’impostazione generale prevede un massimo del 50% di fondo perduto per le PMI che abbiano depositato almeno due bilanci e prevede l’estensione della agevolazione per la internazionalizzazione ANCHE ai Paesi EU (mentre prima era solo extra-EU).

Argomenti che dovrebbero essere coperti da tale agevolazione straordinaria sono:

  • Partecipazione a fiere e mostre: finanziamento per area espositiva, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenza connesse alla partecipazione a fiere e mostre su più anni;
     
  • Studi di fattibilità: finanziamento delle spese del personale e consulenti, viaggi e soggiorni per la redazione di studi di fattibilità diretti a valutare l’opportunità di effettuare investimenti all’estero di natura commerciale o industriale o di Service (compresi Piani di Investimento & Sviluppo di Filiali);
     
  • eCommerce: finanziamento spese relative a soluzioni eCommerce in Paesi extra-UE da realizzare tramite una piattaforma informatica finalizzata al commercio elettronico o l’utilizzo di un Marketplace fornito da terzi;
     
  • Temporary Export Manager (TEM): finanziamento delle spese per l’inserimento temporaneo in azienda di figure professionali specializzate (TEM) finalizzato alla realizzazione di progetti di internazionalizzazione;
     
  • Programmi di assistenza tecnica: finanziamento spese sostenute per l’avviamento di un programma di formazione tecnica e manageriale del personale operativo all’estero;
     
  • Programma di apertura commerciale sui mercati extra UE: finanziamento spese per la realizzazione di strutture commerciali (ufficio, show room, negozio, etc.) in Paesi extra UE e relative attività promozionali.

Cifre, pre-ammortamento e tempo di ripagamento sono in via di definizione nei prossimi 30 giorni, ma sempre interessanti anche per Medie Aziende e sicuramente “agevolanti” come tempistiche.

Altre agevolazioni, come partecipazioni in equity a filiali estere, sono ancora da revisionare. Mentre sono confermate e rinforzate le varie garanzie ed assicurazioni preesistenti per l’estero.