This site uses cookies to provide you with a more responsive and personalised service. By using this site you agree to our use of cookies. Please read our PRIVACY POLICY for more information on the cookies we use and how to delete or block them.
Flash Info Paper:

Programmare e gestire la ripresa: riflessioni sulle priorità e sulle strategie aziendali per la fase due dell’emergenza COVID-19

30 04 2020

Mentre il decisore pubblico, con non poca difficoltà, si appresta ad affrontare le scelte e i difficili trade-off per la gestione della c.d. “fase due” dell’emergenza COVID-19, è fondamentale per le società adottare strategie di programmazione e gestione operativa delle priorità nel processo di graduale ripresa della piena attività.

Il compito è reso arduo da una serie di persistenti dubbi e perimetri normativi in continua evoluzione, sia rispetto alle variabili temporali caratterizzanti gli scenari di ripresa (quando) sia a quelle operative (quali settori / come).

Appare evidente che la fase due sarà peraltro orientata da alcuni criteri di fondo applicabili a tutti i settori produttivi: gradualità, tutela prioritaria della sicurezza dei lavoratori, progressività e modularità di misure via via meno restrittive solo a fronte di dati epidemiologici tranquillizzanti.

In un quadro di incertezza, tali criteri costituiscono i paradigmi su cui orientare le strategie aziendali, al centro delle quali deve essere messo un concetto, quello di risk & crisis management, molto maturo a livello teorico ma ancora poco esplorato e praticato nel tessuto imprenditoriale italiano, specie nelle aziende di piccola e media dimensione.

Provando a ragionare in termini pragmatici, cerchiamo di capire come può essere impostata una strategia efficace di gestione del rischio nell’ambito della crisi COVID-19.
 

Clicca sull'immagine per scaricare il documento