This site uses cookies to provide you with a more responsive and personalised service. By using this site you agree to our use of cookies. Please read our PRIVACY POLICY for more information on the cookies we use and how to delete or block them.
  • A site by BDO_IT
  • SOCIAL SECURITY

Social Security

 

 

Aspetti di social security

La Rubrica quarta del TCA si riferisce al «Coordinamento della sicurezza sociale e visti per soggiorni di breve durata». L’art. Ch. SSC.1 rinvia al Protocollo sul coordinamento della sicurezza sociale che si applica alle persone soggette alla legislazione previdenziale di UK e/o di uno o più stati membri della UE.

Il Protocollo riproduce largamente i contenuti del Regolamento UE n. 883/2004 e si applica quindi alle seguenti prestazioni: malattia, maternità e paternità, invalidità, vecchiaia, superstiti, infortuni sul lavoro e malattie professionali, assegni in caso di morte, disoccupazione e prepensionamento (con esclusione della assistenza sanitaria)

Il Protocollo si fonda sui principi di: parità di trattamento, esportabilità delle prestazioni, totalizzazione dei periodi di assicurazione e contribuzione e unicità della legislazione applicabile.

 

Deroghe al principio lex loci laboris

Lavoratori distaccati

L’art. SSC.11 prevede una deroga in caso di distacco: si applica la legge previdenziale del datore di lavoro distaccante purché la durata dell’attività non sia superiore a 24 mesi (non estendibile) e la persona non sia inviata in sostituzione di un altro lavoratore.

Gli Stati membri potevano decidere entro il 1° febbraio 2021 se applicare o meno tale deroga, ma alla fine tutti gli Stati hanno deciso di avvalersene.


Multi-states workers

L’art. SSC.12 prevede una deroga per i lavoratori che esercitano attività in due o più Stati.

Si applica la legislazione dello Stato di residenza del lavoratore qualora vi eserciti una «parte sostanziale» della sua attività; in caso contrario, prevale la legislazione dello Stato in cui ha sede l’impresa. Non è stato chiarito se per «parte sostanziale» deve intendersi almeno il 25% dell’attività (alla stregua del Reg UE)

 

Certificato A1

Continua ad applicarsi il Certificato A1 (sebbene integrato con alcune indicazioni richieste dall’HMRC per la parte sanitaria) per i distacchi post 1° gennaio 2021

 


 

COMPILARE IL FORM SOTTOSTANTE PER RICHIEDERE INFORMAZIONI A GIANLUCA MARINI