Tax Alert:

Novità in tema di e-commerce

02 11 2020

 

Il 30 settembre scorso, la Commissione UE ha pubblicato le Note Esplicative sulle nuove regole IVA in materia di commercio elettronico.

In linea generale, le novità introdotte sono finalizzate alla riduzione dei “costi” ed alla semplificazione degli adempimenti che le imprese interessate (i.e. soggetti passivi che effettuano operazioni transfrontaliere nell’ambito del commercio elettronico diretto e indiretto) devono affrontare.

In particolare, le nuove norme comunitarie, che entreranno in vigore a partire dal 1° luglio 2021, sono rivolte alle seguenti operazioni:

  • vendite a distanza di beni importati da territori terzi o paesi terzi effettuate da fornitori e fornitori «assimilati» (come definiti nell'articolo 14, comma 4, paragrafo 2, della direttiva IVA), ad eccezione dei beni soggetti ad accise;
  • vendite a distanza intracomunitarie di beni effettuate da fornitori o soggetti assimilati (definite all'articolo 14, comma 4, paragrafo 1 della direttiva IVA);
  • vendite di beni sul mercato interno da parte di fornitori tramite piattaforme digitali cd «marketplace» (ex art. 14 bis, paragrafo 2, della direttiva IVA);
  • prestazioni di servizi B2C da parte di soggetti passivi non stabiliti nell'UE o da soggetti passivi stabiliti all'interno dell'UE ma non nello Stato membro di consumo.
     

Pubblicazione a cura del Centro Studi BDO - ottobre 2020. Per approfondimenti scaricare il documento.