Articolo :

La nuova relazione di revisione

04 12 2017

La Riforma Europea della Revisione diventerà pienamente operativa con i bilanci 2017 dopo che nell’agosto dell’anno scorso sono stati recepiti in Italia la Direttiva UE56 ed il Reg.537 del 2014. Tra gli effetti più evidenti della Riforma, la nuova relazione di revisione avrà un contenuto più ampio, maggiormente informativo e “taylorizzato” sulla società sottoposta a revisione.

 

Introduzione: i principi di revisione ISA Italia

Con la determina della Ragioneria Generale dello Stato (RGS) dello scorso luglio 2017 sono stati adottati sette principi di revisione internazionali relativi alla relazione di revisione:

  • ISA Italia n. 700, “Formazione del giudizio e relazione sul bilancio”;
  • ISA Italia n. 701, “Comunicazione degli aspetti chiave della revisione contabile nella relazione del revisore indipendente”;
  • ISAItalia n.705,“ Modifiche al giudizio nella relazione del revisore indipendente”; 
  • ISA Italia n, 706, “Richiami d’informativa e paragrafi relativi ad altri aspetti nella relazione del revisore indipendente”;
  • ISAItalia n.710,“Informazioni comparative - Dati corrispondenti e bilancio comparativo”; 
  • ISA Italia n. 570, “Continuità aziendale”; 
  • ISA Italia n. 260, “Comunicazione con i responsabili delle attività di governance”.

I nuovi principi sostituiscono, ed in parte integrano, quelli del primo set adottati con determina della RGS del 23 dicembre 2014 e con la successiva datata 15 giugno 2017.

Per le società diverse dagli Enti di Interesse di Pubblico (EIP) le nuove regole entrano in vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 6 agosto 2016 o successivamente, mentre per gli EIP entrano in vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 17 giugno 2016 o successivamente coerentemente con i periodi di decorrenza del D.Lgs.n.135/2016e del Reg. UE 537/2014.

Le principali novità introdotte con l’adozione dei nuovi principi in materia di relazione di revisione fanno riferimento alla struttura della nuova relazione nella quale il paragrafo del giudizio è ora anticipato e posizionato in apertura della relazione di revisione e seguito dal paragrafo “elementi alla base del giudizio”. Relativamente agli EIP, viene poi introdotta una sezione contenente gli aspetti chiave della revisione contabile, al fine di fornire una maggior trasparenza sulle attività svolte dal revisore.

Sempre per gli EIP il revisore dovrà ora fornire nella relazione una dichiarazione esplicita di indipendenza in conformità alle norme ed ai principi in materia di etica ed indipendenza applicabili.

Per quanto attiene al presupposto di continuità aziendale, viene introdotta un’informativa specifica e dettagliata che include una descrizione delle responsabilità del management e del revisore in merito al rispetto del presupposto del going concern. Infine il revisore dovrà descrivere dettagliatamente le proprie responsabilità e gli aspetti chiave del processo di revisione.

Articolo pubblicato su Amministrazione & Finanza n. 12/2017 a cura di Francesco Ballarin, BDO Italia S.p.A.